Archivio

Posts Tagged ‘matrimonio’

Roba da nerd

febbraio 26, 2013 1 commento

Ok, ci sono state le elezioni – che sono una specie di esperimento ma di quelli che non riesci a interpretare (cioè: io non ci riesco) e probabilmente neanche a riprodurre. Si sa solo che provocano depressione e sconforto, prima di cominciare riflettere sul perché è andata com’è andata, e cosa ci riserverà il futuro. Roba che far venire i capelli bianchi a tutti gli esperti di psicostoria di asimoviana formazione, secondo me.
Non è il caso di scherzarci su, il voto è cosa seria.

Però una cosa è riuscita a farmi sorridere, stamattina.
Non è il compito di recupero in quarta alla sesta ora, ma una proposta di matrimonio.

2bodyinteractions

(Viene da qui)

Annunci

Meglio del cane

febbraio 12, 2013 1 commento

Non è cifra tonda, ma è sempre l’anniversario della nascita di Darwin, e mi aspettavo – no, un doodlino magari no, ma qualcosa.

Vabbe’, niente, si vede che abbiamo altro da pensare.

Allora, per omaggiarlo, riciclo.

L’11 novembre 1838 Darwin chiese a sua cugina, Emma Wedgwood, di sposarlo (lei accettò, ma questa è un’altra storia). Una decisione così importante, per uno scienziato e per un uomo, aveva richiesto un esame attento dei pro e dei contro, come testimoniano le sue note.

Cominciamo dai contro:

Freedom to go where one liked— choice of Society & little of it. — Conversation of clever men at clubs—Not forced to visit relatives, & to bend in every trifle.— to have the expense & anxiety of children—perhaps quarelling— Loss of time. — cannot read in the Evenings— fatness & idleness— Anxiety & responsibility— less money for books &c— if many children forced to gain one’s bread.— (But then it is very bad for ones health to work too much). Perhaps my wife wont like London; then the sentence is banishment & degradation into indolent, idle fool—

Oh, be’, dopotutto il nostro Charles aveva ventinove anni, allora. Gli si può rimproverare di considerare il matrimonio una così tremanda perdita di tempo?

Per fortuna, comunque, riuscì a trovare anche qualche argomento a favore:

Children—(if it Please God)  — Constant companion, (& friend in old age) who will feel interested in one,— object to be beloved & played with.— —better than a dog anyhow.— Home, & someone to take care of house— Charms of music & female chit-chat.— These things good for one’s health.—  but terrible loss of time. —

My God, it is intolerable to think of spending ones whole life, like a neuter bee, working, working, & nothing after all.— No, no won’t do.— Imagine living all one’s day solitarily in smoky dirty London House.—
Only picture to yourself a nice soft wife on a sofa with good fire, & books & music perhaps— Compare this vision with the dingy reality of Grt. Marlbro’ St.

Marry—Mary—Marry Q.E.D.

Insomma, non sarà romantico, ma quanto appare realistico il quadro che emerge da queste note, il confronto dell’uomo con se stesso (oh, bambini, e compagnia – meglio di un cane in ogni caso – ma che spreco pazzesco di tempo! E però, immagina la scena, una mogliettina dolce e un bel divanetto vicino al fuoco, magari con libri e buona musica…).

E il destino non gli diede torto, in fondo.
darwin-1


Darwin Project: Darwin’s notes on marriage

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: